concerto

Requiem di Mozart
La Mitteleuropa Orchestra in concerto a Pordenone

lunedì 18 giugno 2018,  ore 20:45
Duomo di San Marco - Pordenone
  • Mitteleuropa Orchestra
  • Eddi De Nadai Direttore
  • Coro Del Friuli Venezia Giulia
  • Cristiano dell'Oste Direttore
  • Giulia Semenzato Soprano
  • Liliia Kolosova Mezzosoprano
  • Mirko Guadagnini Tenore
  • Abramo Rosalen Basso

Appuntamento organizzato dalla STORICA SOCIETA’ OPERAIA DI MUTUO SOCCORSO ED ISTRUZIONE PORDENONE

50° ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI LINO ZANUSSI

Concerto a ingresso libero

Programma

Wolfgang Amadeus Mozart

Requiem in re minore per soli, coro e orchestra K 626

Requiem

Kyrie

Dies irae

Domine Jesu

Sanctus

Benedictus

Agnus Dei

Lux aeterna

Condividi → Share on Facebook Share on Twitter Share on Pinterest Share on Google +

Biografia Interpreti

Mitteleuropa Orchestra

La Mitteleuropa Orchestra, che affonda le sue radici nella tradizione musicale dell’area del centro e del sud Europa, discende da esperienze orchestrali pluridecennali. Nei primi anni 2000 ha trovato una sua collocazione istituzionale grazie all’intervento della Regione Friuli Venezia Giulia e al sostegno di Comuni e Province della stessa Regione.
Attualmente conta 47 Professori d’Orchestra stabili e una solida organizzazione autonoma; la sua sede è a Palmanova presso la Loggia della Gran Guardia, un palazzo storico del 1500 che si affaccia sulla splendida piazza della città stellata.
Il Direttore Musicale dell’Orchestra, da gennaio 2017, è il Maestro Marco Guidarini. Il suo repertorio, nel segno della più ampia versatilità, spazia dal barocco al contemporaneo, dal classico al cross-over.
La Mitteleuropa Orchestra si propone al pubblico in formazione sinfonica, sinfonico-corale, con orchestra d’archi, orchestra di fiati ed ensemble cameristici, si è esibita, con rilevanti consensi di pubblico e critica, in tutta Italia e all’estero, in Francia, Tunisia, Egitto, Marocco, Turchia, Slovenia, Croazia, Serbia, Bosnia, Montenegro, Albania, ed è stata ospite di numerosi eventi internazionali, dalla Biennale Musica di Venezia al Mittelfest, dalle Giornate del Cinema muto al Concerto per la beatificazione di Giovanni Paolo II. Ha collaborato, in ambito teatrale, con Simone Cristicchi in Magazzino 18, eseguendo dal vivo le musiche di scena di Valter Sivilotti, in uno spettacolo che dal 2013 calca con enorme successo le scene nazionali. È stata diretta da importanti personalità del panorama musicale internazionale come Niksa Bareza, Pascal Rophé, Tiziano Severini, Dmitri Jurowski, Aldo Ceccato, Muhai Tang, Oliver von Dohnányi, Krzysztof Penderecki, Luis Bacalov, Giampaolo Bisanti, Pietari Inkinen, John Axelrod, Ola Rudner, Emilio Pomarico, Vram Tchiftchian, Ernest Hoetzl, Philipp Von Steinaecker, Michele Carulli, Philippe Entremont, Jan Willem De Vriend, Alessandro Vitiello, Giovanni Pacor e si è esibita con solisti di chiara fama come Sergeij Krilov, Ramin Bahrami, Roberto Fabbriciani, Michele Campanella, Bruno Giuranna, Louis Lortie, Alexander Lonquich, Alena Baeva, Pepe Romero, Lilya Zilberstein, Roberto Cominati, Giovanni Sollima, Yeon Ju Jeong, Jaroslaw Nadrzycki, Marianna Vasileva, Marija Špengler, Alessandro Scotto di Luzio, Daniel Müller-Schott, Karl Leister, Françoise de Clossey, Mauro Maur, Alexander Gadjiev, Héctor Ulises Passarella, Stefan Milenkovich, Philippe Entremont, Laura Bortolotto, Evgeni Koroliov, Andrea Bacchetti, Daniela Barcellona. In Regione collabora con l’Ente Regionale Teatrale a un importante progetto di valorizzazione musicale che copre tutto il territorio del Friuli Venezia Giulia; con i Conservatori della Regione, con le scuole di musica e con l’Azienda per l’Assistenza Sanitaria ha in programma rilevanti progetti interdisciplinari basati sull’inclusione sociale attraverso la musica e altre attività innovative rivolte in particolar modo al pubblico più giovane e alle scuole. Va inoltre sottolineata la collaborazione con il Conservatorio Giuseppe Tartini di Trieste relativa al Corso di Direzione d’Orchestra, uno dei pochi casi nel territorio nazionale. La Mitteleuropa Orchestra, nome d’arte dell’Associazione Orchestra Regionale del Friuli Venezia Giulia, è sostenuta e finanziata dalla Regione Friuli Venezia Giulia e anche grazie al prezioso sostegno della BCC (Federazione Banche di Credito Cooperativo F.V.G.) e all’importante partnership con la Fondazione Friuli (dal 2016), programma, da ottobre 2015, una propria stagione sinfonica presso il Teatro Gustavo Modena di Palmanova.

Eddi De Nadai

Già Pianista Collaboratore alla Fenice di Venezia, Staatsoper di Hannover, “Verdi” di Trieste, studiato Direzione d’Orchestra con Donato Renzetti, Lior Shambadal e Deyan Pavlov. Direttore ospite al Teatro dell’Opera di Izmir dal 2003 al 2004, dal 2009 al 2013 è stato primo direttore ospite al Bolshoi Theater di Tashkent. Svolge una intensa attività collaborando con prestigiose orchestre (Orchestra di Padova e del Veneto, Sinfonica del Friuli Venezia Giulia, Filarmonia Veneta, Sinfonica di Grosseto, Radiotelevisione Slovena, Sinfonica di Cordoba – Spagna, Filarmonica Rumena di Bacau, Filarmoniche di Kharkov, Lugansk e Donetsk, Kiev String’s Orchestra, Radiotelevisione Albanese e Teatro dell’Opera di Tirana, Teatro dell’Opera di Belgrado e di Lubiana, Astana Opera) e importanti solisti quali Bruno Canino, Rocco Filippini, Luciana D’Intino, Katia Ricciarelli. Ha diretto un vasto repertorio operistico in Italia e all’estero.
Collaboratore di cantanti di fama internazionale, ha tenuto concerti per prestigiose istituzioni e importanti festival in Europa, in Medio Oriente, negli Stati Uniti, in Sud e Centro America.
I prossimi impegni al Festival Pucciniano di Torre del Lago, al Teatro Verdi di Pisa, al Teatro dell’Opera di Astana e Almaty.

Coro Del Friuli Venezia Giulia

Il Coro del Friuli Venezia Giulia, nato nel 2001, ha effettuato da allora oltre 250 produzioni tra prime assolute e concerti tenuti in tutta Italia ed Europa. Il complesso può trasformarsi dal piccolo ensemble atto a interpretare meglio il repertorio barocco fino ad arrivare al grande coro sinfonico. Collabora con rinomati interpreti della musica antica, classica, jazz e pop e numerose orchestre europee: la Mitteleuropa Orchestra, la Capella Savaria in Ungheria, i Solamente Naturali di Bratislava, l’Orchestra della Radio Televisione Serba, l’Orchestra della Radio Televisione di Ljubljana, la Junge Philarmonie Wien, l’orchestra Toscanini di Parma, l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini la Venice Baroque Orchestra e molte altre. Oltre ad una ragguardevole attività in regione è stato ospite del Festival Monteverdi di Cremona, del Teatro Comunale di Modena, Musica e Poesia a S. Maurizio di Milano, Amici della Musica di Padova, Soli Deo Gloria di Reggio Emilia, Emilia Romagna Festival, Musikverein di Klagenfurt, Stadttheater di Klagenfurt, Wien Musikwoche, Festival Dino Ciani, Mittelfest.
Il Coro del Friuli Venezia Giulia fin dalla sua fondazione è preparato da Cristiano Dell’Oste.

Cristiano dell'Oste

Diplomato in organo al Conservatorio di Parma, ha studiato composizione si è laureato in Musicologia a Cremona e studiato clavicembalo e direzione di coro al Mozarteum di Salisburgo. Perfezionatosi con accreditati studiosi della musica antica, ha collaborato con riviste specializzate nel settore. Dall’età di 13 anni dirige formazioni corali in Friuli Venezia Giulia.

Giulia Semenzato

Diplomata col massimo dei voti al Conservatorio di Venezia, si è laureata con eccellenza presso la Schola Cantorum di Basilea sotto la guida di Rosa Dominguez. Si è perfezionata inoltre con Margareth Honig, Bernadette Manca di Nissa, Paul Triepels, Christopher Robson, Vivica Genaux, Gemma Bertagnolli.

Debutta come vincitrice del Concorso internazionale “Toti dal Monte” 2012 nel ruolo di Elisetta ne Il Matrimonio Segreto di Cimarosa presso i Teatri di Treviso, Ferrara e Rovigo, Lucca e Ravenna. Ha frequentato l’“Acadèmie du chant” del Festival Aix-en-provence 2013 dove ha lavorato con N. de Figueredo, Maria Crisitina Kiehr e J.M Haimes.

E’ stata vincitrice inoltre dei concorsi di Canto Barocco di Innsbruck 2014 e Concorso di Bologna 2013, premio Farinelli. Ha recentemente debuttato al Teatro La Scala di Milano nel ruolo di Celia in Lucio Silla diretta da Marc Minkowski; è stata Abra in Juditha Triumphans al Teatro La Fenice diretta da Alessandro De Marchi. Ha cantato Morte e Sepoltura di Cristo di Caldara all’Auditorium Nacional de Madrid e Coronation Mass di Mozart a Cuenca per la direzione di Fabio Biondi; con La Barocca di Ruben Jais ha cantato Messiah di Handel, Stabat Mater di Pergolesi, Requiem di Mozart e Quid est ergo tempus di M. Lombardi. E’ stata Eritrea nell’opera eponima per il Teatro La Fenice diretta da S. Montanari. Inoltre citiamo 7 Cantate ritrovate di Stradella presso la Fondazione Giorgio Cini di Venezia con Renee Jacobs; concerto per “Monteverdi Academy” con J. E. Gardiner (2014).

Ha cantato per numerosi Festival di musica barocca e contemporanea quali Festival Grandezze e Meraviglie di Modena, Bologna Festival, Biennale Musica 2010 di Venezia, Venice Baroque Festival, “Il Carnevale dei ragazzi” della Biennale di Venezia 2011. Tra i prossimi impegni: Despina in Cosi fan tutte all’Opera di Firenze, Ordogno in Don Chisciotte di Conti con Renee Jacob. Nel 2016 Venere e Proserpina in Orfeo di Luigi Rossi diretta da R. Pichon a Nancy e Versailles, Carolina in Matrimonio Segreto al Innsbruck 2016, Despina in Così Fan tutte diretta da M. Minkowski. Inciderà per Glossa con Claudio Cavina e la Venexiana il Ruolo Titolo dell’Opera ricostruita di Monteverdi L’Arianna.

Liliia Kolosova

Sì è diplomata nel 2007 all’Istituto statale dell’istruzione media professionale di cultura “College regionale delle arti di Pskov intitolato a N.A. Rimskij – Korsakov” dove ha studiato chitarra con il professore Studinov V. Nel 2013 si è laureata presso il Conservatorio A.K. Glazunov di Petrozavodsk nella classe di canto con Presniakov A. Nel 2011 viene scelta per il ruolo della Sorella nella prima assoluta esecuzione dell’opera “La Fanciulla d’oro” di Victoria Sergheenko. Nello stesso anno è stata invitata al Teatro Nazionale della Repubblica di Carelia dove ha debuttato nel ruolo di Suzuki della Madama Batterfly di Puccini con il famoso regista Urij Aleksandrov e il direttore Serghej Inkov. Nel 2013-2015 canta e studia presso l’Accademia Lirica Santa Croce di Trieste con il M° Alessandro Svab dove ha debuttato nei ruoli: Cenerentola (La Cenerentola di Rossini), Maddalena (Rigoletto di Verdi), Cherubino (Le Nozze di Figaro di Mozart). Nel 2014 segue una masterclass di canto con il M° Konstantin Plujnikov (fondatore dell’Accademia dei giovani cantanti del Teatro di Mariinskij e direttore dell’Accademia dell’arte moderna a San Pietroburgo). Nel 2015 è stata ammessa al Conservatorio Jacopo Tomadini di Udine nella classe di canto del M° Domenico Balzani. Nel dicembre del 2016 prende parte alla rappresentazione del Te Deum di A. Bruckner sotto la direzione del M° Walter Themel. Nel 2016 canta la messa dell’incoronazione di Mozart – KV 317 sotto la direzione del M° Stefano Sacher. Nel 2017 canta – presso il Teatro Verdi di Pordenone e il Teatro Giovanni da Udine, sotto la direzione M° Cristiano Dell’Oste – in un concerto di musica barocca. Nel marzo 2018 debutta nel ruolo di Tirannja nella prima rappresentazione assoluta dell’opera “La Notte di San Silvestro” di Renato Miani. Nel 2018 canta la parte dell’alto nel Requiem di Mozart con Giulia Semenzato, Abramo Rosalen e Mirko Guadanini sotto la direzione del M° Eddi De Nadai con l’orchestra Mitteleuropa. Direttori: Serghej Inkov, Eduardo Zonderegher, Alfredo Barchi, Diego Bortolato, Walter Themel, Cristiano Dell’Oste, Stefano Sacher e Eddi De Nadai. Studi: Aleksei Presniakov, Valerij Dvornikov, Aleksei Palascin, Konstantin Plujnikov, Nina Rautio, Alessandro Svab, Marcello Lippi, Emanuele Giannino, Eva Drizgova, Paoletta Maroccu e Domenico Balzani. 2010 – il terzo premio del concorso lirico, Petrozavodsk (Russia). 2013 – il primo premio del concorso internazionale di Savelij Orlov, Samara (Russia).

Mirko Guadagnini

Collabora con direttori di fama mondiale come Riccardo Muti, Zubin Metha, Bruno Campanella, Roberto Abbado, M. Whun Chung, Donato Renzetti, Evelino Pidò, J. E. Gardiner, Marcello Viotti, Kasushi Ono, Daniele Rustioni, Claus Peter Flor. Debutta al Teatro alla Scala nel repertorio barocco: nel 2005 con Rinaldo di Haendel diretto da Ottavio Dantone, e ancora nel 2011 e 2015 con Il ritorno di Ulisse in patria e L’Incoronazione di Poppea di Monteverdi diretti da Rinaldo Alessandrini. Vince il Grammy Awards, Choc du Monde e Premio Amadeus con L’Orfeo di Monteverdi (La Venexiana, Claudio Cavina) come migliore disco di opera barocca del 2008. Approfondisce assieme l’immenso repertorio barocco con grandi maestri del calibro di J. E. Gardiner, W. Christie, I. Bolton, R. Alessandrini, R. Jacobs, P. Neumann, O. Dantone, F. Biondi, F. Bernius, G. Antonini, E. Onofri e C. Cavina.  Mirko Guadagnini è l’unico tenore italiano di questa generazione ad aver cantato, interpretato i tre ruoli principali (Orfeo, Ulisse, Nerone) del trittico monteverdiano con direttori come William Christie e Rinaldo Alessandrini.

La carriera solistica lo porta a cantare nei teatri più importanti come il Teatro alla Scala, Châtelet a Parigi, Nazionale di Praga, Teatro Regio di Torino, Cuvilliès di Monaco di Baviera, Opéra di Lione, Opera di Seul, Opéra di Montecarlo, La Fenice di Venezia, Concertgebouw di Amsterdam, Comunale di Bologna, Verdi di Firenze, Comunale di Firenze, Grand Theâtre di Ginevra, Comunale di Modena, Seattle Theatre, Opéra di Montpellier, Auditorio di Madrid, l’Opera di Roma.

E’ fondatore del Festival Liederiadi, prima e unica stagione di Lieder in Italia, e dell’Intende Voci Chorus.

Porta in scena dal 2000 ad oggi i cicli liederistici più famosi, da Die Winterreise a Die schöne Müllerin, da Die schöne Magelone a Dichterliebe, da Britten, Mahler fino ad C.Ph.Bach, Haydn e Beethoven.

Abramo Rosalen

Dopo il diploma in organo, ha intrapreso lo studio del canto.

Ha debuttato per La Biennale di Venezia nel 2002 con l’opera Big Bang Circus di Claudio Ambrosini, eseguita anche al Teatro Lirico di Trieste e al Teatro San Carlo di Napoli.

Al Teatro La Fenice di Venezia ha debuttato come Commendatore in Don Giovanni. Ha cantato ancora nello stesso teatro nell’opera Il Principe Porcaro di Nino Rota e ne L’angelo e l’aura di Carlo De Pirro ed è Frère Laurent in Romeo et Juliette di C. Gounod.

Ha debuttato il ruolo di Mustafà ne L’Italiana in Algeri al Teatro Comunale di Bologna, parte che ha in seguito sostenuto al Filarmonico di Verona, nel Circuito Lombardo, al Teatro Coccia di Novara e al Teatro Alighieri di Ravenna.

Tra gli impegni recenti, Zaccaria al Teatro Petruzzelli di Bari, Caronte e Plutone in Orfeo di Monteverdi al Teatro Comunale di Ferrara, Oroveso in Norma al Teatro Massimo Bellini di Catania, Bartolo ne Le Nozze di Figaro e Don Basilio ne Il barbiere di Siviglia al Teatro Regio di Torino, Timur in Turandot di Puccini alla ROH di Muscat in Oman.

Tra gli altri ruoli di rilievo ricordiamo Ramfis in Aida, Padre Guardiano ne LA La forza del destino, Silva in Ernani, Oroe in Semiramide di Rossini, Tobia Mill ne La cambiale di matrimonio, Gaudenzio ne Il Signor Bruschino, Leporello in Don Giovanni, Polifemo in Aci set Galatea di Händel, Sparafucile in Rigoletto, Sarastro in Die Zauberflöte.

Si è esibito in numerosi Teatri ed Enti, tra cui: Arena di Verona, Maggio Musicale Fiorentino, Verdi di Pisa, Goldoni di Livorno, Comunale di Treviso, Sociale di Rovigo, Verdi di Salerno, Verdi di Padova, Liceu di Barcellona, Palau de Les Arts di Valencia, Festival della musica della Città di Wuhan in Cina, Musikfest di Brema, al Mozartiana Festival di Danzica.

Ha lavorato con direttori quali Lorin Maazel, Renato Palumbo, Andrea Battistoni, Riccardo Frizza, Julian Kovatchev, Alberto Veronesi, Giampaolo Maria Bisanti e con registi quali Beppe de Tomasi, Pier Luigi Pizzi, Maurizio Scaparro, Henning Brockhaus, Damiano Michieletto, Mariusz Trelinsky, Andrea Cigni.

Recentemente ha cantato Zio Bonzo in Madama Butterfly e in La Traviata al Teatro alla Scala di Milano, Don Alfonso in Così fan tutte al Nuovo Teatro d’Opera di Dubai, Sarastro in Die Zauberflöte per AsLiCo, Timur in Turandot alla Shanghai Opera House, Don Alfonso in Così fan tutte al Teatro Verdi di Trieste.

lunedì 18 giugno 2018,  ore 20:45
Duomo di San Marco - Pordenone

CHIESA S. MARCO, Piazza San Marco, Pordenone, PN, Italia

Indicazioni Stradali