Psiche è intelletto, è anima; Psiche è razionale, ma anche irrazionale. Psiche è Bellezza, perché Psiche nella tradizione mitologica era una fanciulla meravigliosamente bella.

E forse la Musica, non è straordinariamente Bella?
Monteverdi affermava che la Musica è il moto degli affetti, e dunque delle passioni. Tuttavia possono le passioni incanalarsi con la loro Energia senza un qualcosa che le contenga?

Quali sono glie elementi che “contengono” le passioni? Che cosa rende intellegibile un suono, che cosa lo rende logico nella nostra percezione? Ma può un’Arte come la Musica essere “logica”? E quale è il denominatore comune tra Musica e Psicologia, tra Musica e Informatica? E tra la Musica e le neuro scienze, oppure la Matematica?

Sono veramente tante le domande che vogliamo porci con questo grande progetto artistico e culturale, domande alle quali vorremmo che ciascuno di noi potesse essere aiutato ad abbozzare una qualche risposta. Noi musicisti siamo abituati a “concertare”, termine molto usato anche in altri settore, termine quasi politico, nel senso nobile del termine, che significa “mettere d’accordo”. Tuttavia ci si mette d’accordo se i vari elementi si armonizzano. Ecco un altro temine musicale, che anch’esso non viene usato unicamente in Musica.
Armonia dunque, armonia tra le varie componenti di Psiche, il nostro cervello, le nostre idee, le nostre passioni. Come la nostra Psiche ben funziona a patto che tutti gli elementi che la compongono siano in Armonia, e dunque concertati, così funziona la Musica, o la Scienza, attraverso l’armonizzazione della Creatività che poi può giungere alla scoperta.

I modelli più complessi ed elaborati risiedono nella nostra mente, e sono questi modelli che utilizziamo per pensare e per sentire.

Conversando con Psiche è un viaggio, che prende spunto da un libro scritto da Salvatore Romeo, ed edito dalla Bastogi, un viaggio che, come nel libro, ci porterà nella Creatività, nella Sofferenza e nella Gioia, attraverso l’elaborazione di repertori elaborati e pensati per concertare e farsi concertare dai 7 Colloqui che da quest’anno, faranno parte di una Stagione Sinfonica straordinaria, come straordinari sono i Colloqui, Stagione che vedrà la partecipazione di grandissimi musicisti e grandissimi personaggi di scienza e cultura, che ci aiuteranno in questa fantastica concertazione, a meglio comprendere l’animo umano, e ciò che lo circonda. Un percorso senza ostacoli, aperto a chiunque abbia desiderio di Conoscenza razionale e irrazionale.

Questo vuole tentare di essere Conversando con Psiche, un viaggio nell’anima e in ciò che l’anima è in grado di rappresentare, nella sua più alta e nobile espressione, con una spinta verso la Bellezza Cosmica e Universale, ovvero, per citare il grande Massimo Mila, l’Anelito all’Infinito.

Il Sovrintendente, Massimo Gabellone


CAMPAGNA ABBONAMENTI
Dal 7 settembre vendita abbonamenti e biglietti online su circuito Vivaticket

Nel Teatro Gustavo Modena

Dal 14 al 23 settembre vendita abbonamenti
Dal 28 settembre vendita anche dei biglietti
Orari: giovedì e venerdì dalle 17.30 alle 19.45 e sabato dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18


PREVENDITA BIGLIETTI

In Teatro
i due giorni precedenti dalle 17.30 alle 19.45 e il giorno del concerto dalle 17.30

Presso ERT
dal lunedì al venerdì 9.30-12.30 e 15.00-17.00


PRENOTAZIONE ABBONAMENTI E BIGLIETTI

Presso la Mitteleuropa Orchestra dal lunedì al venerdì dalle 14 alle 17 prenotazione abbonamenti e biglietti da ritirare in Teatro la sera dello spettacolo entro le 20.15

Info orchestra: Tel. 337/1267344, e-mail: info@orchestraregionalefvg.it

Info Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia: Tel. 0432.224224/11, e-mail: biglietteria@ertfvg.it


Conversando con Psiche

MITTELEUROPA ORCHESTRA
with Truls Mørk

Wednesday 11 October,  ore 20:45
Teatro Gustavo Modena — Palmanova
  • Mitteleuropa Orchestra
  • Marco Guidarini direttore
Conversando con Psiche

MITTELEUROPA ORCHESTRA
with Vincenzo Maltempo

Tuesday 17 October,  ore 20:45
Teatro Gustavo Modena — Palmanova
  • Mitteleuropa Orchestra
  • Marco Guidarini direttore
Conversando con Psiche

MITTELEUROPA ORCHESTRA
with Vincenzo Maltempo

Thursday 19 October,  ore 20:45
Teatro Gustavo Modena — Palmanova
  • Mitteleuropa Orchestra
  • Marco Guidarini direttore
Conversando con Psiche

I VIRTUOSI ITALIANI
Stravaganze, follie e passioni umane

Thursday 26 October,  ore 20:45
Teatro Gustavo Modena — Palmanova
  • Alberto Martini Maestro di concerto al violino
Conversando con Psiche

MITTELEUROPA ORCHESTRA
with Fabbriciani, Merlak e Merici

Thursday 09 November,  ore 20:45
Teatro Gustavo Modena — Palmanova
  • Mitteleuropa Orchestra
  • Marco Guidarini direttore
  • Antonio Merici violoncello
Conversando con Psiche

MITTELEUROPA ORCHESTRA
Crazy Songs

Thursday 16 November,  ore 20:45
Teatro Gustavo Modena — Palmanova
  • Mitteleuropa Orchestra
  • Nicola Valentini direttore
  • Federica Copetti voce
  • Megan Stefanutti voce
  • Valter Sivilotti arrangiamenti
Conversando con Psiche

MITTELEUROPA ORCHESTRA
with Stefan Milenkovich

Saturday 25 November,  ore 20:45
Teatro Gustavo Modena — Palmanova
  • Mitteleuropa Orchestra
  • Nicola Valentini direttore
Conversando con Psiche

MITTELEUROPA ORCHESTRA
with Vittorio Bresciani

Thursday 07 December,  ore 20:45
Teatro Gustavo Modena — Palmanova
  • Mitteleuropa Orchestra

Colloqui

Si configura come un viaggio – ma anche un’indagine – negli affascinanti labirinti dell’Arte dei Suoni e delle sue imprevedibili relazioni con la mente e l’anima. È noto che il mito rivela che il dio Pan, fra le sue prerogative più nobili – molte altre erano meno nobili – avesse quella di salvare Psiche dal suicidio. Suicidio ipotizzato e cercato a causa del troppo pensare, dell’inesausta tirannide della mente, sempre iperattiva, spesso pronta a mentire perfino e soprattutto a se stessa. Pan, unica divinità destinata a morire, brutto e animalesco d’aspetto quanto bravo a suonare l’aulòs, stupisce gli Déi, a cui l’ha portato Dioniso, inizialmente pronti a deridere il suo aspetto antropocaprino. Molto semplicemente la metafora avverte che l’esperienza musicale, sia per chi la produce (il compositore e l’interprete), sia per chi la accoglie (l’ascoltatore spettatore) è salvifica e che il pensiero può sciogliersi e rivivificarsi nella sua fisiologica bellezza.

Se il vissuto interiore della mente che crea la musica ne plasma il senso e ne imprime il colore, l’ascolto di un canto o di una melodia influenza e modifica lo stato d’animo e il flusso dei pensieri di chi vi si abbandona. La musica è organizzazione regolare di fenomeni sonori che si susseguono secondo leggi determinate, ma con una libertà di genio e di fantasia che la rende un’arte.

Il suo fondamento, però, è pur sempre fisico e consiste nell’emissione di vibrazioni sonore, le quali sono le sole responsabili delle modificazioni che essa può indurre sul corpo, in maniera diretta o indiretta, e senza nessun artificio arcano. Determinati ritmi possono indirizzare il flusso dei nostri pensieri, cambiare il nostro stato d’animo e modificare addirittura lo stato della nostra coscienza, per effetto della sintonizzazione delle onde cerebrali con la frequenza percepita, la qualcosa comporta una variazione dell’attività neuroendocrina del cervello, con incremento della secrezione di endorfine. E certo, in questo modo una melodia particolare può senz’altro disporre l’animo verso la tristezza o la gioia, la dolcezza o l’esaltazione, l’attesa o la speranza, l’inquietudine o la serenità.

Da questo paradosso può generarsi CONVERSANDO CON PSICHE come una serie di piccoli-grandi eventi in cui pensatori, scrittori, poeti, clinici, scienziati dialogano su una serie di temi, con l’interazione, forte e sostanziale, di momenti musicali e immagini, tutti relati al tema.

Sei colloqui, dunque, arricchiti di minieventi d’arte (con preziosa musica da camera dal vivo) in cui gli autori e le musiche che nutrono la stagione 2017 della Mitteleuropa Orchestra vengono presi in esame, spiegati, discussi per offrire al pubblico uno strumento avanzato di comprensione anche di aspetti sottili e pervasivi che, alle volte, il solo ascolto non permette di individuare e, dunque, goderne maggiormente. Un delectando adiuvare, questo, che potenzierà il senso e lo spessore della già ricca e qualificata programmazione.

Per evitare un vieto didascalismo che spesso depotenzia forme di presentazione discorsiva di ogni concerto si sono individuate tematiche focalizzanti che assemblano vite, storie e poetiche d’espressione in modo ragionato e comunque relato alle cadenze concertistiche in modo tracciante e leggibile.

La serie di incontri sarà, però, preceduta il 26 settembre dalla presentazione del libro di Salvatore Romeo dal cui titolo si genera questa stessa sequenza di momenti di ingegno e arte. Infatti CONVERSANDO CON PSICHE verrà presentato con un evento a sé, sempre nel segno delle suggestioni prodotte dall’alternanza fra parole e musiche. Il testo di Romeo, edito da Bastogi, è un compendio rinnovato e prezioso che illustra, descrive, indaga, spiega quel misterioso soggetto che è Psyché come la nomavano i nostri antenati di bellezza e intelligenza della Magna Grecia antica, da dove, forse non casualmente, proviene proprio l’autore. Musiche di Arcana tratte da due raccolte di composizioni dal titolo Obliare se stessi e Le dieci icone del bue costituiranno il tessuto, la trama di questo primo dialogo fra l’autore e l’alter ego – Franco Rotelli e Marco Maria Tosolini – che, partendo dagli assunti del libro, farà iniziare la bellissima liason che, da sempre, esiste tra la musica e la psiche, dove Pan con il suono catartico della sua syrinx (flauto di Pan) risolleva l’animo intristito di Psiche, non di rado ingombro delle tenebre che la mente ingannevole non di rado genera.